SOLSTIZIO D’INVERNO

un cortometraggio diretto da Alessandra Pescetta

Una produzione
Giovanni Vitali e LGH

Il Film

Sinossi

La giovane Bahar (Elit Iscan) lavora in un ristorante di una cittadina del Nord Italia. Temendo che la promuovano al suo posto, Igor (Giovanni Calcagno), il suo superiore, trova continui pretesti per rimproverarla, sostenendo che faccia errori nella raccolta differenziata.

Per reazione, Bahar sviluppa un’attenzione così maniacale nel suo lavoro da non poter far a meno di occuparsi anche di quello che accade fuori dal ristorante.

Ogni giorno ignoti lasciano della spazzatura per strada e tra i sacchi affiorano ricorrenti pezzi di una affascinante scultura. Come in un puzzle, Bahar li farà combaciare, ridando vita ad un oggetto che svelerà anche l’identità di chi abbandona i rifiuti…

 

Scheda Tecnica

“Solstizio d’inverno” 
Cortometraggio – Italia, 2018.
Durata 29 Minuti.
Un film di Alessandra Pescetta.
Con Elit Iscan e Giovanni Calcagno.

La Regista

Alessandra Pescetta

Alessandra Pescetta, nata a Isola della Scala (VR) il 13 luglio 1966, si è diplomata in pittura all’Accademia di Belle Arti di Venezia.

Ha diretto molti videoclip per noti artisti italiani ed internazionali tra i quali Ligabue, Avion Travel, Elio e le Storie Tese, Subsonica, Elisa, Planet Funk e spot pubblicitari per brand italiani di fama mondiale (tra cui Campari, Bulgari e Disaronno).

È docente al Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano. Dal 2004 insieme a Giovanni Calcagno coordina il gruppo artistico La casa dei santi, con il quale ha prodotto e diretto opere cinematografiche, teatrali e di videoarte.

Il suo primo lungometraggio, “La Città Senza Notte” del 2015, è stato selezionato in vari Festival internazionali e ha ricevuto molti riconoscimenti tra cui il Best Narrative Feature Film Award al Sydney World Film Festival, il Sigillo della Pace del Festival Internazionale di Cinema e Donne e il Gran Premio della Giuria Emidio Greco del Gallio Film Festival.

Il cortometraggio “L’Ombra della Sposa” in concorso alla 74ma Mostra Internazionale del cinema di Venezia, ha vinto nel 2018 il Premio Speciale perla sperimentazione e l’innovazione “Corti del futuro” ai Nastri d’Argento.

Alessandra è attualmente in preparazione del suo secondo lungometraggio, “100 Preludi”.

Per saperne di più, leggi il Profilo sintetico e il Profilo professionale completo.

Personaggi

Elit Iscan

Bahar

Biografia

Nata a Istanbul il 12 gennaio del 1994, Elit Işcan è un’attrice professionista turca.

Nel 2006 fa la sua comparsa all’interno del film “Bes Vakit” del regista connazionale Reha Erdem. Due anni dopo in “Hayat Var”, dello stesso regista.

Il salto nel grande cinema avviene nel 2015, l’anno in cui il regista Deniz Gamze Ergüven gira il film “Mustang”, lavoro presentato nello stesso anno alla “Quinzaine des réalisateurs” di Cannes e onorato di una menzione speciale alla “Festa del cinema” di Roma.

Nel 2016 “Mustang” – in cui Elit Işcan recita la parte di una di cinque sorelle in lotta con il tradizionalismo della propria famiglia – è candidato al Golden Globe come miglior film straniero. Sempre nel 2016 viene candidato all’Oscar come migliore film straniero.

Come migliore attrice ha ricevuto anche l’”IFFI Best Actor Award”, “Silver Peacock Award” alla 46esima edizione dell’”International Film Festival” dell’India.

Nel cortometraggio “Solstizio d’inverno” (2018) diretto dalla regista Alessandra Pescetta ha un ruolo da protagonista nella parte di Bahar al fianco di Giovanni Calcagno.

Giovanni Calcagno

Igor

Biografia

Giovanni Calcagno (Paternò, 22 ottobre 1971) è un attore, regista teatrale e cantastorie italiano.

Vincitore di un Ciak d’Oro, ha recitato nei film “Buongiorno, notte”, “Si può fare”, “Noi credevamo e Il racconto dei racconti – Tale of tales”, nelle serie televisive “Roma”, “Rex” e “L’ispettore Coliandro”, in diversi cortometraggi e in campo teatrale con “Serata a Colono” e “Otello”.

Proveniente dalla tradizione dei narratori siciliani ha iniziato a studiare recitazione al Centro di ricerca teatrale Molo 2 di Catania diretto da Gioacchino Palumbo nel 1996, per poi passare dalla Scuola internazionale di cinema e teatro di Ischia di Mario Martone, regista che segnerà la sua carriera teatrale, inserendolo nel coro dell’Edipo a Colono (2004) e in Serata a Colono (2012) e portandolo al Teatro Stabile di Torino per Morte di Danton (2016). In campo teatrale istituisce il centro di ricerca Casa-Teatro del cantastorie nella nativa Paternò dopo aver fondato la compagnia teatrale Baternù. Dopo aver diretto alcuni suoi lavori, ha riscritto in dialetto siciliano Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry.

Approda al cinema con “Buongiorno, notte” (2003) di Marco Bellocchio e nel 2009 Giulio Manfredonia lo dirige in “Si può fare”, dove ottiene il Ciak d’Oro assieme all’intero cast del film. Nel 2012 partecipa a “La città ideale”, un progetto di Luigi Lo Cascio, ed è con lui anche nella sua trasposizione teatrale dell’Otello di William Shakespeare, al fianco di Vincenzo Pirrotta con cui costruisce negli anni un sodalizio artistico che travalica i confini della Sicilia con diverse opere teatrali interpretate assieme.

Nel 2007 i Manetti Bros. lo contrappongono a Francesco Arca come antagonista nella settima stagione della serie televisiva “Rex”, dove recita in tre episodi per poi chiudere il suo ciclo la stagione successiva. Con i registi romani lavora anche nell’ultima stagione di L’Ispettore Coliandro – Il ritorno. Nel 2011 è protagonista assieme ad Alessio Boni e Vanessa Incontrada della miniserie “I cerchi nell’acqua” di Umberto Marino, andata in onda su Canale5.

Assieme alla regista veneta Alessandra Pescetta fonda “La Casa dei santi”, interpretando e producendo “La città senza notte”, poi selezionato per il “Taormina Film Fest” del 2015 (Fonte Wikipedia).

Nel cortometraggio “Solstizio d’inverno”, prodotto dal direttore del Festival Chiarissima Giovanni Vitali, ha un ruolo da protagonista insieme all’attrice turca Elit Iscan.

Altri Interpreti

Charlotte Trigari

Felicita

Nicola Cocchetti

Marco

Giorgio Locatelli

Signor Bartoli

Stefano Morlotti

Direttore della banda

Hanno inoltre partecipato

Personaggi e interpreti

Giulia Ronchi – Cameriera
Mauro Tedoldi – Barista
Valentina Rizzi – Amica al bar
Ottavia Ossoli – Amica al bar
Simona Rosa – Avventore al bar
Lorenzo Goffi – Avventore al bar
Andrea Bugatti – Musicista aggiunto della banda

Corpo bandistico “G.B. Pedersoli” della città di Chiari 
diretto dal M° Stefano Morlotti

Rodolfo Apostoli, Simone Atzeni, Francesco Begni, Gianpaolo Belotti, Cristina Bonardi, Emanuele Canuti, Francesco Fattori, Daniele Capitanio, Marcello Capuzzi, Massimo Della Torre, Giuseppe Facconi, Alessandra Festa, Luca Festa, Elisa Ghitti, Mario Ghitti, Giovanni Gozzini, Elena Lussignoli, Sergio Lupatini, Aldo Mussinelli, Marianna Mussinelli, Paola Pilotti, Mariarosa Prencipe, Laura Serina, Francesca Solida, Laura Terzi, Roberto Torielli, Giulia Urgnani, Andrei Vornicu

La Crew

Troupe

Regia: ALESSANDRA PESCETTA
Prodotto da: GIOVANNI VITALI – ASSOCIAZIONE KUNDALINI
Soggetto e sceneggiatura: ALESSANDRA PESCETTA, FRANCESCA SCOTTI
Direttore della fotografia: PATRIZIO PATRIZI
Montaggio: ALESSANDRA PESCETTA
Fonico presa diretta: SILVIO BONOMI
Musiche: di STEFANO MORLOTTI e di ELEUTERIA
Costumi e scene: GIUSEPPINA MAURIZI
Organizzazione generale: LA CASA DEI SANTI
Produttore Esecutivo: GIOVANNI VITALI
Aiuto regista: ANNA SCANDOLA
Collaborazione ai dialoghi: GIOVANNI CALCAGNO
Direttore casting su Chiari: GIORGIO LOCATELLI, IDEATEATRO
Direttore di Produzione: ANNA SCANDOLA
Assistente di produzione: ANDREA MIHAIU
Operatore di macchina: PATRIZIO PATRIZI
Assistente operatore: CINZIA CORPETTI
Digital Manager: SILVIO BONOMI
Realizzatore della scultura: IGNAZIO VITALI
Elettricisti e macchinisti: MARCO DE PASQUALE, FILIPPO PASSARINI

Assistenti di produzione volontari:
DAVIDE CARMINATI
Gli allievi della LABA DI BRESCIA (Corso di Drammaturgia multimediale 2017-2018)
Si ringrafia il professore ANDREA GENTILE
Gli allievi del corso di Regia del CSC (Centro Sperimentale di Cinematografia – Sede Lombarda) del primo anno, 2017

Post-produzione

Editing e mix audio: MALGORZATA POLIT
Post produzione audio: TOP DIGITAL SRL, MILANO
Producer post-produzione audio: MARCO LONGIERI
Colorist: PAOLA CODELUPPI
Post produzione supervisor: SILVIO BONOMI
Vfx: MARTINO TEBALDI
Sala doppiaggio aggiunta in Turchia: POSTBIYIK POST PRODUCTION
Traduzione italiano-turco e consulenza dialoghi: ELIT IŞCAN

Fornitori

MOOVIE SRL
M&M DI SILVIO BONOMI
LARIULÀ SRL
AUDIO NOLEGGIO SRL
Alloggi: AGRITURISMO CORTE BREDA
Catering: PIANO ZERO
Location: AGRITURISMO CORTE BREDA, COMUNE DI CHIARI, BAR LE PETIT

 

Colonna Sonora

musiche di Stefano Morlotti e Eleuteria

I’ll love my love – canzone popolare della Cornovaglia – arrangiamento per banda Gustav Holst (1874 – 1934)
Maestro Direttore STEFANO MORLOTTI
Musiche eseguite dal CORPO BANDISTICO G. B. PEDERSOLI DI CHIARI
Responsabile organizzatore banda MASSIMO DELLA TORRE

Il brano “Pioggia d’aprile” è scritto e interpretato da ELEUTERIA
Per gentile concessione di Thisplay Music
Copyright: ℗ 2017 Cramps Music S.r.l. © 2017 ThisPlay Music

I'll love my love

da Corpo Bandistico G.B. Pedersoli Città di Chiari

Rassegna Stampa

b

Chiari Week – Venerdì 18 maggio 2018

Pioggia di applausi per «Solstizio d’inverno»

Pioggia di applausi. Ecco cosa ha accompagnato la prima, venerdì mattina all’Istituto Einaudi, di «Solstizio d’inverno». Il film, nato da un’idea del direttore artistico di Chiarissima, Giovanni Vitali, si concentra sul tema della raccolta differenziata ed è realizzato grazie al contributo di Lgh. […]

Clicca sull’immagine per ingrandire l’articolo

b

Brescia Sette Giorni – Venerdì 11 maggio 2018

Presentato a Chiari il film «Solstizio d’inverno»

Presentato a Chiari il film “Solstizio d’inverno”. La pellicola è stata girata in città in inverno ed è stata proiettata in anteprima questa mattina all’Einaudi. Domenica sarà visibile in Villa. Ideato da Giovanni Vitali, direttore artistico di Chiarissima, diretto da Alessandra Pescetta e possibile grazie a Lgh. E’ stato presentato questa mattina il mediometraggio di trenta minuti dal titolo “Solstizio d’inverno”. Il film sulla raccolta differenziata è infatti stato girato proprio in città. Protagonisti sono i bravissimi Elit Iscan e Giovanni Calcagno. Anche diverse realtà locali hanno preso parte al progetto. […]

Clicca sull’immagine per ingrandire l’articolo

b

Giornale di Brescia – Giovedì 10 maggio 2018

Poesia della rinascita di persone e oggetti

«Tutto può rinascere. Proprio come gli oggetti, che si trasformano in nuove cose grazie al riciclo, anche le persone possono sempre avere una seconda occasione nella vita, per ricominciare». E’ uno sguardo etico ad ampio raggio quello della regista Alessandra Pescetta, autrice del film «Solstizio d’inverno», un poetico cortometraggio di trenta minuti ambientato a Chiari, dove verrà presentato domani mattina (alle 10, Aula Magna dell’Istituto Einaudi, via Fratelli Sirani, 1) e sarà poi visibile in rotazione domenica 13 maggio, dalle 18, nell’ambito del Festival Chiarissima in Villa Mazzotti. […]

Clicca sull’immagine per ingrandire l’articolo

b

Chiari Week – Venerdì 11 novembre 2017

Ciak, si gira! Che film sia!

E’ tutto vero. Chiari si è trasformata nel set di un film. E la cosa non poteva di certo passare inosservata. La troupe e il cast sono arrivati in città per le riprese. «Solstizio d’inverno» ha finalmente preso forma. Il cortometraggio di venticinque minuti, ideato da Giovanni Vitali, direttore di Chiarissima, festival dedicato al ben-essere e membro dell’associazione Kundalini sempre a sostegno dei progetti ambientali, è diventato realtà, o meglio, lo sarà effettivamente dopo il montaggio […].

Clicca sull’immagine per ingrandire l’articolo

b

BresciaOggi – Lunedì 6 novembre 2017

Ciak, si gira a Chiari un film «progresso»

Ciak, si gira per le vie di Chiari, che da oggi a giovedì diventerà la location di «Solstizio d’inverno», il cortometraggio diretto da Alessandra Pescetta, regista già premiata alla Biennale di Venezia, con all’attivo clip musicali per importanti artisti come Ligabue, Elisa, Subsonica, e originali campagne pubblicitarie come Lancia, Di Saronno e Campari.

Clicca sull’immagine per ingrandire l’articolo

b

Chiari Week – Venerdì 3 novembre 2017

Si chiamerà «Solstizio d’inverno»: girate a chiari le riprese del film incentrato su un mondo migliore

Ciak si gira. E non siamo né a Hollywood né a Cinecittà. Ma proprio a Chiari dove a breve partiranno le riprese di un film. Si chiamerà «Solstizio d’inverno» e, con il patrocinio del Comune, a partire dalla settimana prossima prenderà vita tra le vie della città. Ma attenzione, le strade del set sono ancora «top secret» (o meglio, è più «sicuro» lasciarle così). Registra del cortometraggio di venticinque minuti sarà Alessandra Pescetta, già premiata alla Biennale di Venezia, mentre la protagonista sarà la ventitreenne attrice turca Elit Iscan […].

Clicca sull’immagine per ingrandire l’articolo

b

«Solstizio d’inverno» è su FilmTv!

Trama del film

La giovane Bahar (Elit Iscan) lavora in un ristorante di una cittadina del Nord Italia. Temendo che la promuovano al suo posto, Igor (Giovanni Calcagno), il suo superiore, trova continui pretesti per rimproverarla, sostenendo che faccia errori nella raccolta differenziata. Per reazione, Bahar sviluppa un’attenzione così maniacale nel suo lavoro da non poter far a meno di occuparsi anche di quello che accade fuori dal ristorante. Ogni giorno ignoti lasciano della spazzatura per strada e tra i sacchi affiorano ricorrenti pezzi di una affascinante scultura. Come in un puzzle, Bahar li farà combaciare, ridando vita ad un oggetto che svelerà anche l’identità di chi abbandona i rifiuti…

Clicca qui per esprimere il tuo voto e lasciare lasciare una recensione.

Giovanni Vitali – Produttore Esecutivo

Ho la passione della bici e sono abituato a girare in lungo e in largo la Franciacorta e i territori circostanti, ma ormai da anni sono costretto a vedere lo scempio di questi bellissimi paesaggi dovuto all’abbandono di sacchi di spazzatura nelle campagne e sui cigli delle strade.

Il sistema della raccolta differenziata  “porta a porta” voluta dal decreto legislativo 152/06 ed adottata da numerose Amministrazioni comunali dell’Ovest Bresciano ha generato il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti visibili ormai ovunque. Come organizzatore e ideatore di Chiarissima®, Festival del Ben-essere che si svolge ogni anno a Maggio a Chiari (BS), ho deciso di reagire di fronte a questo comportamento dannoso per l’ambiente dando vita a un’azione costruttiva e positiva.

Mi è nata così l’idea di lanciare un messaggio forte che arrivasse al cuore ma anche alla coscenza  di tutti i cittadini – adulti, ma soprattutto giovani – attraverso un linguaggio artistico e non convenzionale: un cortometraggio inedito e speciale.

Conoscevo e stimavo ormai da anni la regista Alessandra Pescetta con la quale avevo realizzato un cortometraggio all’interno della Villa Mazzotti di Chiari, già nel 2011. Ho pensato a lei per girare questo film: era la persona più adatta a sviluppare una tematica sociale attraverso un linguaggio artistico e poetico che potesse lasciare un segno, un ricordo, un’emozione.

L’idea è nata per stimolare una riflessione soprattutto nelle generazioni più giovani. Il progetto da me voluto prevede quindi la diffusione del cortometraggio nelle scuole medie e superiori del nostro territorio.

Mi ci è voluto un anno di tempo per trovare l’interlocutore giusto che credesse nel progetto: il Presidente di LGH Antonio Vivenzi ha subito visto l’importanza di veicolare un messaggio così urgente attraverso un linguaggio artistico, dandomi così “carta bianca” nel proseguo del lavoro. Grazie a lui “Solstizio d’inverno” è stato sostenuto da LGH, trovandovi inoltre come interlocutori persone appassionate e professionali che hanno supportato il progetto anche dal punto di vista delle competenze sui temi ambientali .

La realizzazione del film, che mi ha visto nel ruolo di produttore generale e produttore esecutivo, non è stata priva di difficoltà ma alla fine il prodotto è, a mio avviso, di estrema qualità e soddisfa in pieno le mie aspettative.

Antonio Vivenzi – Presidente LGH

Promuovere l’educazione ambientale dando alle nuove generazioni strumenti innovativi per cogliere sempre più l’importanza di un approccio sostenibile alle attività umane: è con questi obbiettivi che LGH ha convintamente sostenuto il progetto artistico che Giovanni Vitali, Associazione Kundalini e la regista Francesca Pescetta hanno ideato e realizzato.

Solstizio d’Inverno” è un cortometraggio dal particolare valore artistico che – passando dalla porta del cuore – raggiunge le menti di ciascuno di noi. Narrando una storia, delicata ed intensa allo stesso tempo, che pone di fronte alla responsabilità che, individualmente e come comunità, abbiamo verso il territorio nel quale viviamo e operiamo.

LGH, oltre a sostenere la produzione del film, ha deciso poi di renderlo strumento concreto delle proprie attività di didattica ambientale: un ulteriore modo per riconoscerne il grande pregio culturale.

Al film auguro un lungo e positivo cammino, consapevoli di aver davanti a noi una piccola, preziosa, opera cinematografica ma soprattutto una straordinaria testimonianza di come si possano lanciare messaggi concreti (sulla positiva esperienza della raccolta differenziata, ad esempio, ma anche su temi di grande rischio sociale come la ludopatia) con il linguaggio immaginifico e coinvolgente dell’arte.

Alessandra Pescetta – Note di regia

Considero l’arte anche uno strumento di azione sociale, e penso che riservare un’attenzione alle tematiche ambientali dell’eco-sostenibilità sia un compito importante per un artista.

Giovanni Vitali è una persona che stimo tantissimo per la sua dedizione a questi temi che ogni anno mette in luce attraverso il festival Chiarissima. Quando ha manifestato la sua volontà di sensibilizzare i cittadini sul tema dell’abbandono selvaggio dei rifiuti, ci siamo trovati subito d’accordo che il linguaggio narrativo del cinema fosse il mezzo più appropriato. Sono nate subito delle idee che ho sviluppato insieme a Francesca Scotti, scrittrice con la quale collaboro da tempo, portando alla luce il soggetto e la sceneggiatura di Solstizio d’Inverno.

Ci siamo ispirate al fenomeno solstiziale invernale, cui si ricollegano simbologie connesse alla luce ed al sole che sembrano rinascere ciclicamente.

Anche per un rifiuto nell’immondizia ci può essere un’altra vita, un nuovo ciclo. E la doppia vita degli oggetti è una metafora della possibile doppia occasione di esistenza delle persone. Ridare vita a un oggetto che sembrava destinato a non averne più equivale alla rinascita di una persona, di una comunità, di una storia.

Ho diretto il film alternando tre linguaggi: movimenti di macchina a mano “sporchi”, dinamici e talvolta scomposti, per raccontare il personaggio di Igor (interpretato dal noto attore italiano Giovanni Calcagno), uomo grezzo e corrotto. Movimenti più contemplativi, delicati e statici per il personaggio di Bahar (interpretata dalla giovane e talentuosa attrice turca Elit İşcan), una giovane lavoratrice ancora troppo ingenua per non ritrovarsi impigliata suo malgrado nelle torbide macchinazioni orditele da Igor nel nuovo posto di lavoro. La musica è come il filo conduttore che sottolinea e osserva, imparziale come la natura, gli stati d’animo dei due personaggi e sembra guidarli con dolcezza verso il loro destino, complice o testimone di qualcosa che troppo spesso sfugge all’essere umano . L’insieme dei brani musicali è eseguito dal vivo dal corpo Bandistico di Chiari G.B. Pedersoli con la direzione del Maestro Morlotti, e il brano “Pioggia d’Aprile” dalla originale cantautrice italiana Eleuteria).

Nel film ho voluto dare risalto agli accenti linguistici dei personaggi, un elemento importante per contestualizzare il luogo in cui si svolge il film. Quindi oltre all’accento turco naturale di Bahar e all’accento dell’est di Igor, ecco gli accenti dei personaggi locali di una cittadina del nord Italia, interpretati oltre che dagli stessi musicisti della banda anche dagli attori locali di Ideateatro di Chiari, segno di una presenza significativa in una drammaturgia radicata nella vita della comunità.

Milano marzo 2018

Hanno collaborato

Ringraziamenti

La produzione ringrazia:

Il Presidente di LGH Antonio Vivenzi
Avv. Maurizio libretti
Chiari Servizi Srl
Corpo Bandistico “G.B. Pedersoli”
Comune di Chiari
Associazione Idea Teatro Chiari
Agriturismo “Corte Breda”
Bar Le Petit
Francesca Salvoni
Romano Machina
Gerardo Paloschi
Primo Podestà
Matteo Belloni
Giovanbattista Bulgari

La regista ringrazia:

Angelo D’Agostino
Elisabetta Pandimiglio
Riccardo Struchil
Alessandro Stellari
Patrizio Saccò
Dott. Paolo Penco
Prof. Andrea Gentile
M° Giò Fronti
Marco Pichetto

 

Richiedi una proiezione

Proiezioni in programma

13 Maggio 2018 – Festival Chiarissima
Villa Mazzotti, viale Mazzini 39 (Chiari, Brescia)
www.chiarissima.com

5 + 1 =